Ferrero deve risolvere una grana coi consumatori tedeschi Ferrero deve risolvere una grana coi consumatori tedeschi

Ferrero deve risolvere una grana coi consumatori tedeschi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 22 giugno 2020 redazione 0

Se c’è un marchio conosciuto ed amato in tutto il mondo, questo è senza dubbio Ferrero: ci sono ben poche persone che non hanno... Ferrero deve risolvere una grana coi consumatori tedeschi

Se c’è un marchio conosciuto ed amato in tutto il mondo, questo è senza dubbio Ferrero: ci sono ben poche persone che non hanno mai assaggiato un cioccolatino, un biscotto o la mitica crema spalmabile Nutella, prodotta proprio dall’azienda di Alba.

I fatturati sono sempre ottimi, e Ferrero non ha quindi bisogno di “sotterfugi” per guadagnare di più, eppure si è improvvisamente ritrovata contro i consumatori tedeschi. Perché?

Nell’occhio del ciclone sono finite le barrette Yogurette e Kinder cioccolato che proprio in questi giorni sono stati eletti dal Consumer Center di Amburgo come “Mock Pack del Mese”, per aver ridotto le quantità di prodotto nelle confezioni (8 barrette invece che 10) passando da 125 gr a 100 gr.

A prima vista il prezzo è stato ridotto, ma dato che c’è meno contenuto nella confezione, adesso una barretta di cioccolato costa di più. A seconda del supermercato, l’aumento dei prezzi secondo il centro per i consumatori arriva fino all’8%.

Ma secondo i tedeschi, Ferrero non avrebbe mantenuto neppure la promessa che fece 5 anni fa, quando aumentò la quantità da 100 e 125 gr pubblicizzandola con lo slogan “Più contenuto per sempre: 10 barrette a 125 g”.

Promessa che oggi Ferrero ha infranto, senza contare che in questi 5 anni la confezione ha subito un aumento di prezzi fino al 30% se si pensa che nel 2015 costava ancora 99 centesimi contro 1,49 euro della confezione da 10 e 1,29 di quella attualmente in commercio.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *