Istat, cresce la pressione fiscale e crollano i consumi Istat, cresce la pressione fiscale e crollano i consumi

Istat, cresce la pressione fiscale e crollano i consumi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 29 giugno 2020 redazione 0

Sono stati mesi duri questi appena trascorsi: il lockdown imposto a mezzo mondo, la reclusione forzata, la paura di perdere ogni entrata e di... Istat, cresce la pressione fiscale e crollano i consumi

Sono stati mesi duri questi appena trascorsi: il lockdown imposto a mezzo mondo, la reclusione forzata, la paura di perdere ogni entrata e di non riuscire a vedere via d’uscita nel futuro.

Oggi, dal punto di vista sanitario, l’Italia non è più in emergenza, ma sta vivendo una crisi senza precedenti, che dispiegherà i suoi effetti negativi nel prossimo futuro, aggravando la già pesante situazione economica delle famiglie.

Ed i numeri appena diffusi dall’Istat non fanno che delineare ancora più chiaramente la crisi in cui stiamo sprofondando.

La pressione fiscale nel primo trimestre è stata pari al 37,1%, in crescita di 0,5 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Balza poi al 10,8% il rapporto tra deficit e Pil. L’Istat ricorda che nello stesso periodo del 2019 si fermava al 7,1%.

Ma, soprattutto, nel primo trimestre del 2020 il reddito lordo disponibile delle famiglie è sceso dell’1,6% rispetto al trimestre precedente. Il reddito in termini reali, ovvero il potere d’acquisto, è calato dell’1,7%.

Questo naturalmente si è rispecchiato in un crollo dei consumi. La spesa per consumi finali delle famiglie si è infatti ridotta del 6,4%.

L’Istat parla di una “brusca contrazione” legata alle misure di contenimento dovute all’emergenza Covid. Come conseguenza si registra un aumento considerevole del tasso di risparmio. La propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è, infatti, stimata al 12,5%, in rialzo di 4,6 punti percentuali rispetto al quarto trimestre 2019.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *