5G, non parteciperà la cinese Huawei 5G, non parteciperà la cinese Huawei

5G, non parteciperà la cinese Huawei

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 13 luglio 2020 redazione 0

Anche in Italia, come in moltissimi paesi del mondo, è accesissima la guerra tra i vari operatori per aggiudicarsi la gestione delle reti 5G... 5G, non parteciperà la cinese Huawei

Anche in Italia, come in moltissimi paesi del mondo, è accesissima la guerra tra i vari operatori per aggiudicarsi la gestione delle reti 5G e quindi la loro implementazione.

Ma in Italia ci sarà un grande assente: Tim ha infatti deciso di escludere la cinese Huawei dall’elenco dei potenziali fornitori per la gara per la rete Core 5G, sia in Italia e sia in Brasile.

L’indiscrezione è stata lanciata da Reuters, citando alcune fonti, secondo le quali fra i fornitori invitati ci sarebbero invece cinque aziende americane e europee. Si tratterebbe di Cisco, Ericsson, Nokia, Mavenir e Affirmed Networks, società recentemente acquistata da Microsoft.

La decisione, trapela da fonti aziendali, non avrebbe nulla a che vedere con aspetti di natura politica.

La mossa di Tim arriva però dopo che nei giorni scorsi era circolata la voce che l’Italia stava considerando se escludere il colosso cinese Huawei dalla realizzazione delle reti di nuova generazione, a seguito delle preoccupazioni che il 5G possa consentire alla Cina di spiare le principali reti di telecomunicazione del mondo occidentale, con gravi conseguenze per la sicurezza.

Ad onor de vero, fin dal primo momento, Huawei non ha avuto alcun ruolo nella costruzione della rete centrale esistente di TIM in Italia, mentre l’esclusione segna un cambiamento di rotta per TIM in Brasile, dove Huawei ha fornito apparecchiature 4G per la rete centrale dell’unità locale del gruppo italiano TIM Participacoes.

In questo quadra assume un ruolo rilevante anche il fatto che, già da mesi il governo degli Stati Uniti ha esortato i suoi alleati a escludere il gigante cinese delle telecomunicazioni dalle comunicazioni di prossima generazione dell’Occidente.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *