Fitch ha deciso di non declassare l’Italia Fitch ha deciso di non declassare l’Italia

Fitch ha deciso di non declassare l’Italia

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 14 luglio 2020 redazione 0

È un periodo duro per l’Italia e la sua economia, che rischia di essere definitivamente affossata dagli strascichi della pandemia di Coronavirus, al momento... Fitch ha deciso di non declassare l’Italia

È un periodo duro per l’Italia e la sua economia, che rischia di essere definitivamente affossata dagli strascichi della pandemia di Coronavirus, al momento sotto controllo, ma che potrebbe tornare a mietere migliaia di vittime in autunno.

Una mazzata bella forte potrebbe arrivare anche dalle agenzie di rating, ma per adesso ce la siamo cavata: Fitch ha infatti confermato il rating dell’Italia a BBB-, avendolo già tagliato lo scorso mese di aprile portandolo ad appena un gradino sopra il livello junk e allineandosi alla valutazione di Moody’s (“Baa3”, ultimo scalino prima dei titoli “spazzatura”).

In quell’occasione Fitch aveva confermato l’outlook a stabile, cosa che solitamente indica che non sono attesi a breve ulteriori tagli.

L’agenzia ha sottolineato che “l’elevato debito e la debole crescita strutturale continueranno a pesare sul rating” dell’Italia, aggiungendo però che “le recenti iniziative dell’Ue, incluso il Recovery Plan, potrebbero limitare l’atteso deterioramento dei conti pubblici italiani dal 2021”.

Allo stesso tempo, lancia l’allarme sulla stabilità politica dell’Italia, ricordando come le divisioni tra i partiti che sostengono l’esecutivo possano ritardare l’attuazione delle misure necessarie alla ripresa.

Sempre Fitch ha anticipato per l’Italia una contrazione del pil del 9,5% nel 2020 (invariato rispetto alla precedente stima del 26 maggio) e un rimbalzo a +4,4% nel 2021 (meglio rispetto al +4,2% precedente).

Andrà meglio in Eurozona: Fitch prevede un -8% sull’anno in corso e un +4,5% sul prossimo anno. Il Pil mondiale invece scenderà del 4,6% nel 2020, rispetto alle previsioni iniziali pari al 3,9%.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *