Guardia di Finanza continua la sua guerra alle IPTV Guardia di Finanza continua la sua guerra alle IPTV

Guardia di Finanza continua la sua guerra alle IPTV

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 20 luglio 2020 redazione 0

Nei mesi scorsi abbiamo avuto modo di parlarne più volte: migliaia di italiani hanno scelto una pratica illegale per poter vedere, a costi quasi... Guardia di Finanza continua la sua guerra alle IPTV

Nei mesi scorsi abbiamo avuto modo di parlarne più volte: migliaia di italiani hanno scelto una pratica illegale per poter vedere, a costi quasi azzerati, le televisioni private quali Sky e DAZN.

Stiamo parlando delle IPTV: veri e propri delinquenti offrono abbonamenti mensili e annuali a prezzi irrisori, poche decine di euro, permettendo di vedere in modo illimitato tutti i canali privati.

Eppure si rischia grosso, e la guarda di finanza sta portando avanti una guerra serrata alla pratica.

Solo nelle scorse ore la Guardia di Finanza di Venezia ha eseguito il decreto di sequestro preventivo, emesso dal G.I.P. presso il Tribunale di Teramo, di un sito internet usato per la visione illegale di TV a pagamento, e l’ulteriore sequestro di 11 carte Postepay disposto dalla Procura della Repubblica di Teramo per il reato di illecita diffusione di servizi televisivi criptati tramite internet.

Questo ha portato contestualmente a perquisizioni in 32 province italiane, nei confronti di 71 persone coinvolte nel traffico e di due ricevitorie presso cui sono state fatte le ricariche delle carte di pagamento, anch’esse delegate dalla Procura teramana.

Il sistema messo a punto consentiva a utenti privati di fruire indebitamente di abbonamenti alle principali TV e piattaforme a pagamento (Sky, Dazn, Mediaset, Infinity, Spotify) per la visione di circa 50.000 contenuti di intrattenimento multimediale di vario tipo (cinema, eventi sportivi, serie TV ed altro).

Ricordiamo che tutti coloro che scelgono questo sistema possono ricevere una multa dal valore massimo sino a 30mila euro.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *