Huawei dice addio ad Android e sceglie HarmonyOs Huawei dice addio ad Android e sceglie HarmonyOs

Huawei dice addio ad Android e sceglie HarmonyOs

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 15 settembre 2020 redazione 0

Una separazione storica per un’azienda produttrice di smartphone che si è fatta largo tra due colossi come Apple e Samsung: Huawei abbandona Android, già... Huawei dice addio ad Android e sceglie HarmonyOs

Una separazione storica per un’azienda produttrice di smartphone che si è fatta largo tra due colossi come Apple e Samsung: Huawei abbandona Android, già dal 2021 metterà sul mercato il primo prodotto con HarmonyOS 2.0 come sistema operativo integrato. Ad affermarlo è stato Yu Chengdong, il Ceo della divisione prodotti di consumo di Huawei; una decisione che è evidente come derivi direttamente dalla battaglia del presidente Usa Donald Trump contro il colosso cinese e altre aziende dello stesso paese (come Bytedance, proprietaria dell’app TikTok), giudicate come un pericolo per la sicurezza nazionale statunitense.

HarmonyOS non è una novità per Huawei

Il nuovo sistema operativo HarmonyOS in realtà era già usato per alcuni prodotti di Huawei come smart tv e dispositivi indossabili, ma per la prima volta è stato ottimizzato anche per gli smartphone. Huawei crea quindi un nuovo ecosistema affrancandosi dai sistemi operativi classici come Android e iOS, con il codice sorgente che sarà messo a disposizione degli sviluppatori a partire dal prossimo mese di dicembre. Richard Yu, Executive Director e Ceo della divisione Consumer Business di Huawei, ha affermato: “Il passo avanti di Huawei nello sviluppo del suo ecosistema è il risultato del forte sostegno da parte di sviluppatori e partner globali. Huawei aprirà completamente ai developers le sue tecnologie chiave, software e hardware, collaborando con loro per promuovere un ulteriore miglioramento dell’ecosistema Huawei all-scenario”.

Huawei in crescita: sorpasso a Samsung negli smartphone

Questa mossa rende Huawei più indipendente da Google – proprietaria di Android – in un momento in cui il suo mercato sta crescendo sempre di più e si affaccia ora sulla scena del 5G, pronta a dominarla anche dal punto di vista dell’installazione delle infrastrutture necessarie per quel tipo di connessione. D’altronde, dopo un lungo tempo in cui Huawei è stata seconda a Samsung nelle vendite di smartphone, nel secondo trimestre del 2020 si è invece registrato un sorpasso, con l’azienda cinese che nel periodo del coronavirus ha superato quella sudcoreana. Secondo le analisi di Canalys, il 2020 è stato ovviamente un anno di crisi per tutti con un calo nelle vendite di smartphone del 10,7%, ma il 5G riequilibrerà la situazione e, in quest’ambito, la Cina la farà da padrone grazie alla vendita di smartphone 5G economici – tendenza a cui probabilmente dovranno uniformarsi anche le altre grandi aziende. Va detto però che il futuro di Huawei da un certo punto di vista è incerto: in Europa e in America potrebbe risentire dell’ostilità dell’amministrazione Trump e, per quanto riguarda il nuovo sistema operativo, non si sa ancora come verranno supportati da un certo punto in poi gli smartphone del colosso cinese già in commercio o venduti che hanno ancora installato Android.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *