Quando la chat alza la voce: da Whatsapp a Skype, da Telegram a Firechat parlare gratis ovunque Quando la chat alza la voce: da Whatsapp a Skype, da Telegram a Firechat parlare gratis ovunque

Quando la chat alza la voce: da Whatsapp a Skype, da Telegram a Firechat parlare gratis ovunque

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 7 Aprile 2014 Il Conte 0

Quando la chat alza la voce: da Whatsapp a Skype, da Telegram a Firechat parlare gratis ovunque Facebook, ha introdotto sull’app Messenger le chiamate... Quando la chat alza la voce: da Whatsapp a Skype, da Telegram a Firechat parlare gratis ovunque

Quando la chat alza la voce: da Whatsapp a Skype, da Telegram a Firechat parlare gratis ovunque

Facebook, ha introdotto sull’app Messenger le chiamate vocali gratuite tramite VoIP, dopo mesi di test ora estese a chi ha scaricato sul proprio smartphone o tablet, sia Apple o Android.

Senza la rete wi-fi, al servizio vengono applicati i costi per la trasmissione dei dati in base al proprio piano tariffario e, come avviene per Skype, si potrà valutare la qualità della telefonata attraverso una scala da 1 a 5 stelle. Per l’aggiornamento della versione per Windows Phone, dovremo aspettare invece ancora qualche settimana.

Facebook, social network più popolare al mondo, si mette in competizione con Viber, WeChat e Line, che offrono l’opportunità

  •  sia di creare chat singole o di gruppo,
  • sia di chiamare sfruttando la rete internet.

Quando la chat alza la voce: da Whatsapp a Skype, da Telegram a Firechat parlare gratis ovunque

Continuiamo a leggere su LaStampa.it che una risposta ai recenti dati che vedono Facebook in calo tra i social network più usati in versione mobile , in attesa che compia il grande passo anche il gigante della messaggistica istantanea, forte di oltre 330 milioni di utenti giornalieri. Nonostante sia già presente l’icona, per il momento l’unica telefonata possibile è quella a carico del gestore.

I recenti black out di Whatsapp e la relativa lentezza nell’aggiornamento delle funzionalità rispetto ai rivali, stanno favorendo la diffusione di Telegram, che usa chiavi crittografiche per criptare i contenuti inviati.

Solo nei giorni dopo la cessione dell’app (quasi) gemella al social network, è stata scaricata e installata su più di 5 milioni di smartphone.

Per quanto riguarda le videochiamate di gruppo, dopo Google Hangouts, a minacciare Skype arrivano

  • Friendcaller che permette di video-chattare in contemporanea con sette persone
  • e ooVoo con cui si possono inserire fino a 12 partecipanti nella conversazione, inviare file e brevi filmati e chiamare gratuitamente verso Stati Uniti e Canada, sia su telefono fisso che cellulare. Tutto a costo zero.

Nelle ultime 24 ore una novità è però arrivata anche in casa Vine. Oltre alla condivisione di video di 6 secondi, ora si potrà chattare e inviare filmati a uno o più contatti e, via e-mail, pure a chi non utilizza l’app (che è di proprietà di Twitter). Già da diversi mesi, invece, Instagram ha aggiunto la possibilità di scambiare messaggi privati, a singoli o gruppi di massimo 15 persone (ma solo a partire da una foto o da un video): una scelta diretta non tanto a contrastare i servizi di instant messanging, quanto Twitter.

Da casa o dall’estero, le modalità per tenersi in contatto e condividere ogni genere di contenuto senza spendere un centesimo sono ormai moltissime.

In assenza della connessione internet: FireChat, che a 7 giorni dal lancio sta scalando le classifiche delle app più scaricate, consente di inviare messaggi anche senza copertura 3G o wi-fi, grazie al Multipeer Connectivity Framework, introdotto da Apple con iOS7, che crea una catena di diversi dispositivi in grado di portare i dati a destinazione saltndo da un apparecchio all’altro. È possibile conversare e inviare foto in modo anonimo con le persone intorno a noi, ovvero a portata di Bluetooth, oppure accedere a un’unica grande chat nella stanza “Everyone”.

Impossibile per ora dialogare con chi usa Firechat su un dispositivo Android, anche se i tecnici stanno già cercando di trovare una rete che sfrutterà i punti di aggancio possibili per moltiplicare le interazioni tra gli utenti.

Che ne pensate?

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *