Auto elettriche, entro il 2030 saranno la maggioranza sulle strade Auto elettriche, entro il 2030 saranno la maggioranza sulle strade

Auto elettriche, entro il 2030 saranno la maggioranza sulle strade

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 26 Gennaio 2018 bizup 1

Da anni ormai c’è stata una svolta definita “ecosostenibile”: nel mercato delle auto, infatti, quelle elettriche, con minore emissioni inquinanti, hanno cominciato a conquistare... Auto elettriche, entro il 2030 saranno la maggioranza sulle strade

Da anni ormai c’è stata una svolta definita “ecosostenibile”: nel mercato delle auto, infatti, quelle elettriche, con minore emissioni inquinanti, hanno cominciato a conquistare una quota progressivamente sempre maggiore, e a quanto pare il trend è destinato a rafforzarsi ulteriormente nei prossimi anni.

Dal Salone di Detroit arriva infatti a conferma lo studio di The Boston Consulting Group, Electric Car Tipping Point dove si afferma come il 2030 sarà l’anno delle auto elettriche, con i veicoli ibridi e full electric che conquisteranno la metà del mercato globale.

Nello specifico, secondo lo studio tra il 2020 e il 2025 i veicoli elettrici – ibridi, mild hybrid con sistemi a 48 volt, ibridi elettrici plug-in ed elettrici a batteria, aumenteranno infatti le loro quote di mercato e le case auto saranno costrette a rispettare gli standard, sempre più severi, in termini di efficienza ed emissioni, incentivando soprattutto le vendite a propulsione alternativa.

E, dopo, il 2025 le vendite dei veicoli elettrici, in particolare quelli a batteria, saliranno grazie al calo dei prezzi delle batterie e alla crescente domanda  dei consumatori basata sul Total Cost of Ownership (TCO), che spingerà anche le soluzioni di mobilità condivisa. In questo modo i motori a combustione interna passeranno dal 96% della quota di mercato di oggi a circa il 50%  dei veicoli nel 2030.

Naturalmente vi saranno forti differenze tra le diverse regioni del mondo nella curva di adozione dei veicoli elettrici a seconda del TCO e delle politiche nazionali. Lo stato che avrà più auto sarà quello che oggi sconta il maggior inquinamento, la Cina.

L’Europa sconta invece un elevato costo dell’elettricità e un minor chilometraggio rispetto a Cina e Stati Uniti, ma presenta la “perla” della Norvegia. Una grande attenzione all’ambiente, malgrado o a causa di diverse spinte politiche,  spingeranno comunque dopo il 2025 le auto ibride, che diventeranno circa il 33% del parco circolante, e quelle full electric, al 17%.

Intanto, oggi, mentre fioccano gli annunci di investimenti milionari nell’auto elettrica, l’Italia attende ancora il possibile sblocco degli incentivi, che il Governo aveva annunciato a ottobre.

Dai dati dell’Unione nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri (UNRAE), risulta che le immatricolazioni delle auto elettriche nel mese di dicembre 2017 hanno rappresentato lo 0,1% dell’intero mercato automobilistico italiano.

Una percentuale decisamente bassa, soprattutto se confrontata con quella di altri Paesi europei. In Germania, ad esempio, le e-cars hanno registrato un aumento del 119,6% nel 2017, toccando quota 0,7% con 25.056 unità (dati ACEA, Associazione dei costruttori Europei). O si prenda il caso norvegese, dove i veicoli elettrici nel 2016 hanno rappresentato il 40,2% delle nuove immatricolazioni, e dal 2025 le uniche auto che potranno essere immatricolate saranno senza motore endotermico.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *