Google, dirigenti accusati di molestie sessuali Google, dirigenti accusati di molestie sessuali

Google, dirigenti accusati di molestie sessuali

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 30 Ottobre 2018 bizup 0

Un’altra grana da risolvere per il colosso tecnologico, ma stavolta non si tratta dell’ennesima guerra di brevetti e proprietà intellettuale: Google deve difendersi dall’incresciosa... Google, dirigenti accusati di molestie sessuali

Un’altra grana da risolvere per il colosso tecnologico, ma stavolta non si tratta dell’ennesima guerra di brevetti e proprietà intellettuale: Google deve difendersi dall’incresciosa accusa di aver coperte molestie sessuali perpetrate da suoi dirigenti e che si sarebbero consumate nei suoi uffici.

Secondo il New York Times, Mountain View avrebbe coperto 3 alti dirigenti, compreso il creatore del software Android, Andy Rubin, salutato come un eroe quando ha lasciato la società nell’ottobre del 2014 e con una buonuscita da 90 milioni di dollari, nonostante le accuse di molestie da parte di una dipendente.

E non sarebbero illazioni: un’email inviata da Pichai ai dipendenti conferma che, negli ultimi anni, sono 48 le persone allontanante dall’azienda a causa di molestie sessuali o di comportamenti inappropriati.

E tra queste spicca anche il nome di Andy Rubin, non solo il padre di Android ma anche un manager di altissimo profilo in casa Google.

Secondo il New York Times Google avrebbe dovuto licenziare Rubin senza pagare la buonuscita di 90 milioni, concordata in rate da 2 milioni di dollari ciascuna mensile per un periodo di quattro anni. L’ultima rata verrà saldata il prossimo mese.

Aggiunge il quotidiano americano: “Rubin è stato uno dei tre manager che Google ha protetto nell’ultimo decennio, dopo che erano stati accusati di molestie sessuali. In due casi i manager sono stati allontanati. Un terzo è rimasto in una posizione bene retribuita”.

Dal canto suo Google, come già fatto più volte nel recente passato, anche tramite il vice presidente responsabile del personale Eileen Naughton, fa sapere di prendere seriamente le accuse di molestie e di esaminare ogni denuncia. “Negli ultimi anni abbiamo assunto una linea particolarmente dura sui comportamenti inappropriati da parte di chi ha posizioni di comando. Lavoriamo duramente per migliorare la gestione di questo tipo di comportamenti”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *