Tim, il nuovo piano industriale al 2021 punta sul taglio dei costi Tim, il nuovo piano industriale al 2021 punta sul taglio dei costi

Tim, il nuovo piano industriale al 2021 punta sul taglio dei costi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 26 Febbraio 2019 bizup 0

Purtroppo l’anno concluso non è stato certo positivo per i conti di Tim, nonostante i progetti ambiziosi e i sostanziosi investimenti. La società ha... Tim, il nuovo piano industriale al 2021 punta sul taglio dei costi

Purtroppo l’anno concluso non è stato certo positivo per i conti di Tim, nonostante i progetti ambiziosi e i sostanziosi investimenti.

La società ha chiuso infatti l’esercizio 2018 con una perdita di 1,4 miliardi di euro che sconta quasi 2,5 miliardi di euro di svalutazioni dell’avviamento attribuito a Core Domestic e a International Wholesale (partita non monetaria), altri oneri per ristrutturazione e oneri non ricorrenti. Escludendo questa posta straordinaria ha riportato un utile di 1,4 miliardi che si confronta con un utile di 1,1 miliardi nel 2017.

I ricavi totali sono calati del 4,4% a 19,4 miliardi euro perlopiù per effetto della Business unit Brasile che ha riportato un calo di 543 milioni (-12,1%), anche se la crescita organica è stata del 5%. La Business Unit Domestic riporta invece un -1,1% (organica -0,6%).

Il cda che ha approvato il bilancio consuntivo 2018 ha però anche varato il nuovo piano al 2021, un piano ambizioso che punta il tutto per tutto sul 5G.

Il piano industriale  sotto il profilo strategico punta sulla riduzione del debito, razionalizzazione dell’organizzazione, condivisione dell’infrastruttura mobile con Vodafone e soprattutto possibilità di collaborazione con Open Fiber. In sintesi, discontinuità con il passato e focalizzazione sull’”Execution” come elemento chiave della trasformazione organica di TIM.

Ai fini della riduzione del debito vi sarà anche una funzione dedicata assicurerà la realizzazione di iniziative di taglio dei costi già identificate che porteranno a un decremento dell’8% sulla base costi aggredibile.

Nel taglio dei costi previsti sono invece conteggiati anche gli effetti di oltre 4mila dipendenti in meno che usciranno dal gruppo, secondo l’accordo firmato a metà dell’anno scorso, con i prepensionamenti e la quota 100. Nel piano non sono previsti nuovi esuberi.

L’AD Gubitosi ha confermato al Financial Times che l’obiettivo è di fare di TIM una “società normale” in grado di eseguire i piani e pagare i dividendi. L’eventuale separazione della rete e cessione del controllo sarà analizzata sulla base di fatti e cifre.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *