Facebook vuole realizzare la sua criptovaluta Facebook vuole realizzare la sua criptovaluta
Negli ultimi mesi abbiamo avuto modo più volte di parlare di criptovalute, ed in special modo della loro parabola discendente che non si sa... Facebook vuole realizzare la sua criptovaluta

Negli ultimi mesi abbiamo avuto modo più volte di parlare di criptovalute, ed in special modo della loro parabola discendente che non si sa ancora dove le condurrà.

Se lo scorso anno le valutazioni di queste monete digitali avevano fatto raggiungere quotazioni altissime, tanto da far ipotizzare che presto sarebbero arrivate addirittura a sostituire il denaro tradizionale, negli ultimi mesi si sono svalutate, dimezzando il loro valore e facendo perdere miliardi a chi aveva creduto ciecamente nella loro crescita potenzialmente infinita.

In queste settimane le quotazioni stanno leggermente risalendo, ma non certo da far credere ad un nuovo boom nell’immediato, eppure Facebook ha pensato bene di investire soldi e risorse nella creazione di una propria criptovaluta.

Non ci sono ancora molte informazioni disponibili sul nuovo sistema o conferme ufficiali, ma il  New York Times ha ottenuto qualche anticipazione da alcuni dipendenti che stanno lavorando al progetto.

In buona sostanza, il gruppo potrebbe essere pronto a creare la propria alternativa al Bitcoin ed estenderne l’utilizzo e lo scambio su tutte le piattaforme dell’azienda: non solo Facebook ma anche Messenger, WhatsApp e Instagram, con un ampissimo bacino di utenti potenziali.

Secondo un report della stessa rivista “il progetto Facebook sta procedendo bene, al punto che il gigante dei social network ha avuto conversazioni con gli exchange di criptovalute per la vendita del Facebook coin ai consumatori”.

A quanto pare  ci sono almeno 50 persone all’interno di Facebook al lavoro sul nuovo progetto, che è coordinato da David Marcus, ex presidente di PayPal. Il gruppo di sviluppatori lavora in un edificio separato dal resto degli impiegati di Facebook, al quale si può accedere solamente se si posseggono determinate credenziali.

Addirittura la moneta virtuale potrebbe vedere la luce già all’inizio del prossimo anno.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.