Tim, arriva sul mercato il nuovo BabyPad Tim, arriva sul mercato il nuovo BabyPad

Tim, arriva sul mercato il nuovo BabyPad

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 25 Dicembre 2019 redazione 0

Per i pochi che non ne fossero a conoscenza, a partire dallo scorso 7 novembre è scattato l’obbligo di montare sulle auto i dispositivi di... Tim, arriva sul mercato il nuovo BabyPad

Per i pochi che non ne fossero a conoscenza, a partire dallo scorso 7 novembre è scattato l’obbligo di montare sulle auto i dispositivi di allarme per i seggiolini, comunemente detti “sistemi antiabbandono”.

La legge sui dispositivi antiabbandono è stata istituita per prevenire i casi di amnesia dissociativa, ovvero i casi in cui il genitore abbandona il bambino in macchina sempre più frequenti nelle cronache di attualità, e salvare la vita dei bambini.

Molti genitori sono stati colti impreparati, anche se a onor del vero sono già diversi i dispositivi presenti sul mercato, e in vendita anche per fasce di prezzi differenti.

Anche Tim ha scelto di scendere in campo ed infatti ha lanciato il suo sensore anti-abbandono per i seggiolini dei veicoli: si chiama BabyPad ed è stato sviluppato dal colosso della telefonia italiana in collaborazione con OCTO Telematics.

Ovviamente il sensore funzionerà sincronizzato con l’app per dispositivi mobili e probabilmente godrà anche del supporto della rete 5G di TIM.

Il Pad potrà essere associato a diversi telefoni, ma la gestione degli allarmi provenienti dal cuscino sarà affidata allo smartphone designato come “primario”.

In caso di abbandono, ovvero se il conducente scende dall’auto senza il bambino, il dispositivo emetterà un primo allarme, alla cui non risposta seguirà automaticamente l’invio di SMS ai numeri associati dall’utente contenenti le coordinate GPS del bambino.

E’ possibile posizionare il TIM Pad anche su seggiolini senza allacciatura centrale. Per la ricezione degli SMS è possibile associare fino a 2 numeri di emergenza: devono essere contatti di telefonia mobile e non di rete fissa o di emergenza nazionale. L’SMS arriva anche sui dispositivi che non hanno l’app installata e non ha costi.

Il nuovo TIM BabyPad è arrivato sul mercato italiano a partire dal 23 dicembre, al prezzo di 59,90€.

 

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *