Apple farà a meno dei processori Intel? Apple farà a meno dei processori Intel?

Apple farà a meno dei processori Intel?

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 31 Marzo 2020 redazione 0

La stragrande maggioranza dei colossi tecnologici, anche quelli operanti a livello mondiale, non può dire di essere “autonomo”: ha infatti bisogno di appoggiarsi a... Apple farà a meno dei processori Intel?

La stragrande maggioranza dei colossi tecnologici, anche quelli operanti a livello mondiale, non può dire di essere “autonomo”: ha infatti bisogno di appoggiarsi a diverse altre aziende, per reperire materiali, componenti e per occuparsi di tutte le varie parti della filiera di produzione, dall’ideazione fino all’arrivo nelle nostre case.

Anche Apple, dall’alto della sua supremazia, finora non è riuscita a fare a meno di Intel, ma un grosso cambiamento è in vista: secondo l’analista Ming-Chi Kuo infatti l’azienda di Cupertino avrebbe accelerato nel suo progetto di utilizzare i processori con architettura Arm della serie Axx, gli stessi adattati da Apple per i suoi iPhone e iPad, anche per i computer fissi e portatili della linea Mac.

In soldoni, quindi, Apple starebbe per mettere da parte i processori Intel per prodursi i suoi personali processori ARM-based.

Questo passaggio permetterebbe di ridurre sensibilmente i costi di produzione dei computer e, inoltre, di avere quell’ottimizzazione software/hardware già molto apprezzata sugli altri prodotti dell’azienda.

Kuo è talmente convinto della bontà di questa mossa che stima che le spedizioni annuali di Mac aumenteranno, passando a 25/30 milioni di unità, rispetto alle attuali 20 milioni di unità.

Al momento, però, non c’è nessuna certezza e probabilmente non l’avremo a breve, se non altro perché di solito Apple fa i suoi annunci più importanti alla sua Worldwide Developers Conference (WWDC) a giugno, ma l’evento live di quest’anno non avrà luogo a causa della pandemia di coronavirus.

 

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *