Il Coronavirus è riuscito a mettere insieme Google ed Apple Il Coronavirus è riuscito a mettere insieme Google ed Apple

Il Coronavirus è riuscito a mettere insieme Google ed Apple

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 14 Aprile 2020 redazione 0

Certamente nessuno si augurava una pandemia mondiale, ma dato che è arrivata e non sembra volerci abbandonare senza una lotta a tratti addirittura impari,... Il Coronavirus è riuscito a mettere insieme Google ed Apple

Certamente nessuno si augurava una pandemia mondiale, ma dato che è arrivata e non sembra volerci abbandonare senza una lotta a tratti addirittura impari, meglio coglierne i pochi aspetti negativi.

Ed uno di questi è l’inedita alleanza Google-Apple, un’alleanza impensabile anche solo una manciata di giorni fa.

I due colossi hanno infatti deciso di scendere in campo insieme per arginare il coronavirus.

“I governi e le autorità sanitarie di tutto il mondo stanno unendo le forze per trovare soluzioni alla pandemia di COVID-19, proteggere le persone e consentire il ritorno alla normalità. Gli sviluppatori software stanno dando il proprio contributo creando strumenti tecnologici che possano servire a combattere il virus e salvare vite umane. In linea con questo spirito di collaborazione, Apple e Google hanno annunciato che lavoreranno insieme con l’obiettivo di rendere possibile l’utilizzo della tecnologia Bluetooth per aiutare governi e autorità sanitarie a contenere i contagi, nel pieno rispetto della sicurezza e della privacy degli utenti”, si legge in un comunicato congiunto.

“Poiché il contagio da COVID-19 può avvenire in caso di stretta prossimità con soggetti positivi, gli organi di sanità pubblica hanno stabilito che il tracciamento dei contatti (contact tracing) può rappresentare una valida misura per contenere la diffusione del virus. Molte autorità sanitarie, università e ONG in tutto il mondo hanno compiuto passi importanti nello sviluppo di tecnologie di contact tracing a uso volontario. A sostegno dei loro sforzi, Apple e Google lanceranno una soluzione completa che include interfacce di programmazione app (API) e tecnologie a livello di sistema operativo per favorire l’attivazione del tracciamento dei contatti. Vista l’urgenza, il piano è di implementare questa soluzione in due fasi, garantendo sempre la massima protezione della privacy dell’utente”, aggiungono.

Nella fase 1 i due big della tecnologia rilasceranno quindi delle API, ossia degli strumenti che permetteranno alle applicazioni presenti sui sistemi operativi Android e iOS di comunicare tra di loro. Nella seconda fase Google e Apple lavoreranno a una piattaforma per il contact tracing che permetterà di monitorare i contagiati da Covid-19 utilizzando semplicemente il sistema operativo dello smartphone.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *