Atlantia, quasi 3 miliardi per non perdere le concessioni Atlantia, quasi 3 miliardi per non perdere le concessioni

Atlantia, quasi 3 miliardi per non perdere le concessioni

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 30 Aprile 2020 redazione 0

Dal crollo del Ponte Morandi si è aperta nel nostro paese una questione a dir poco spinosa, passata in secondo piano solo temporaneamente, a... Atlantia, quasi 3 miliardi per non perdere le concessioni

Dal crollo del Ponte Morandi si è aperta nel nostro paese una questione a dir poco spinosa, passata in secondo piano solo temporaneamente, a causa dello scoppio della pandemia di Coronavirus, ma che il governo dovrà affrontare e risolvere al più presto.

Nei mesi scorsi, infatti, il governo ha minacciato di ritirare la concessione della gestione delle Autostrade italiane al gruppo Atlantia, che però sta facendo di tutto per evitare la rottura.

Ed in queste ore la holding della famiglia Benetton, che controlla Autostrade per l’Italia che aveva in gestione il Morandi, ha reso noto a mercati chiusi di aver predisposto “un accantonamento” nel suo bilancio “di 1,5 miliardi di euro di Autostrade per l’Italia a fronte della disponibilità offerta al Governo italiano di farsi carico di nuovi impegni economici per sconti tariffari e contributi allo sviluppo infrastrutturale del Paese. Gli oneri complessivi delle misure proposte da Autostrade per l’Italia ammontano a 2,9 miliardi di euro”.

Resta fermo l’impegno già assunto di sostenere i costi complessivi (inclusi gli oneri accessori) per la realizzazione del ponte sul Polcevera a Genova, stimato in 600 milioni di euro, e la disponibilità a mettere a disposizione del Commissario straordinario un importo massimo di 100 milioni per la copertura degli eventuali extra costi di ricostruzione.

Un impegno messo nero su bianco e non da poco, dato che le misure hanno pesato sul bilancio di Atlantia: la holding ha terminato lo scorso anno con un calo dell’utile netto da 639 milioni a 136 milioni di euro.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *